martedì 27 novembre 2007

Come un bambino



Come un bambino ho iniziato e come un bambino mi sono velocemente annoiato.

Avete mai provato a cercare su Internet un presepe in grafica 3D (meglio se navigabile - e esageriamo? - con i personaggi che si muovono, l'acqua che scorre etc. etc.), da installare sul PC?
Beh, io non sono riuscito a trovarne neppure uno.

Ma se non ti arrendi al primo ostacolo, il minimo che puoi fare è provare a vedere se riesci a farlo tu (per giocare, non come attività commerciale).
Voglio dire: ci sarà pure un programma (free, ovviamente!), per quanto elementare, che sia in grado di stilizzare delle figure che, almeno da lontano, sembrino umane e poi sia in grado di scambiarle con altri programmi in grado di fare il resto del paesaggio, - lasciamo stare le animazioni etc. etc. per il momento. No?

Beh, sì e no.
No: non c'è un (solo) programma che in grado di stilizzare figure che sembrino umane almeno da lontano.
Sì: ce ne sono diversi in grado di modellarne che sembrino umane anche da vicino.
E anche con le animazioni.

Vi anticipo il finale, rovinandovi la sorpresa e la voglia di continuare: come nella più dozzinale commedia di Hollywood, non ci si può esimere dalla considerazione che un presepe vero è molto meglio, che serve arte, spirito e fuoco, non bit.

Ai pochi che saranno ancora interessati suggerirei di non escludere a priori che nel corpo del post si possano approfondire alcuni aspetti dei programmi sopra citati.



La ricerca di programmi per animazioni di modelli umani può riservare delle sorprese e fornire una vaga idea di come potrebbero essere quelli usati per realizzare film di successo.

L'occhio di Google cade subito su MakeHuman (plugin di Blender) e DAZ Studio.
Li ho trovati in questo ordine e mi sono fiondato sul primo, ben sapendo che Blender è un prodotto Open Source di altissimo livello. Una volta ho pure provato ad impararlo, ma ha una plancia comandi che neppure l'Enterprise e certamente io non sono un artista tale da giustificare uno sforzo di qualche giorno per iniziare a fare qualche scena in 3D: l'ho tenuto installato e poi mi sono limitato ad un decisamente più semplice e comunque per me più che adeguato anim8or.

MakeHuman è impressionante. Nella documentazione si legge che per realizzarlo hanno dovuto studiare anatomia in dettaglio e c'è da credergli. Partite da una figura umana base e vi trovate a cercare di modificarla, come fosse di gomma, in ogni suo più piccolo aspetto.

Volete la bocca un po' storta, un taglietto sul labbro, le narici più larghe? Vi serve un'espressione con gli occhi un po' infossati e stanchi? Per il vostro prossimo vampiro vi serve poter decidere la lunghezza dei denti? No, oggi modello un alieno con la testa come ET...
Alcuni volti base caratteristici sono già impostati, così come alcune strutture corporee, non vi resta che applicare il modello predefinito e usarlo come base per rilavorarlo di fino.
Chiaramente volete anche che l'uomo che avete disegnato cammini, raccolga oggetti da terra, salti, cerchi di prendere a pugni qualcuno, ci mancherebbe altro. E non potete sopportare che, girando la testa, i muscoli del collo non si tendano come nella vita reale.
Potete controllare tutto e poi renderizzarlo sfruttando Blender.

Ora che ci penso... tutto no... ci sono due icone che, accidenti, sono disabilitate: si tratta di quella che permette di disegnare anche i capelli e, molto peggio, di quella che permetterà di vestire i nostri personaggi (personalmente trovo inaccettabile inserire dei personaggi nudi nel presepe, escluso, al più, Gesù bambino...).

Beh, la versione che ho provato è una 0.9, queste caratteristiche sono promesse per la 1.0.
Personalmente l'attendo con ansia e sto già iniziando a lavorare alla sceneggiatura del mio film di animazione.

Facciamo un salto anche su Daz Studio 3D.

Vi serve un attimo per capire che il sito non mostra foto, ma personaggi renderizzati.
Qui hanno lavorato più a fondo sui materiali e sulle texture della pelle, delle iridi e per rendere particolari come la screpolatura delle labbra.

Qui i personaggi (i modelli base hanno dei nomi e sono proposti come attori e star - alcuni free, altri, molto più definiti, a pagamento) possono avere capelli (che si possono allungare ed accorciare) e vestiti (anche questi si possono adattare, rendere più o meno stretti).
Sono previste espressioni e posture predefinite, basta applicarle al personaggio e non sarà necessario fargli muovere il singolo muscolo: si posizionerà come da esempio.
Una curiosità: i modelli base non sono limitati solo ad umani nel vero senso della parola, ma anche anime e manga giapponesi: se avevate sempre sospettato che quei cartoni fossero un po' troppo uguali e precisi, giocando con questo programma ne potrete avere tutte le conferme.

Essendo un prodotto con fini commerciali (almeno, più espliciti di MakeHuman, nonostante dichiari di essere Tell-ware - sono contenti se ne indicate l'esistenza ad almeno due persone: con questo articolo dovrei andare pari, almeno spero), presta anche più attenzione alla compatibilità con i formati di file di altri sistemi più noti e di più alto livello (soprattutto Poser, riferimento essenziale, a quanto pare, per questo tipo di programmi).

Molto più user-friendly di MakeHuman, risulta anche meno flessibile, un po' troppo predefinito, forse un poco più asettico: i modelli presentano meno gradi di libertà, superati dai tanti elementi aggiuntivi precotti che si possono comprare: di diverse pettinature e abiti ne abbiamo già parlato, ma si possono comprare (e da altri siti anche scaricare gratuitamente) oggetti 3D di tutti i tipi per costruire mondi per i nostri personaggi: sedie, armadi, case, scudi e armature, animali e piante, etc. etc.

Il prezzo del singolo oggetto è abbastanza basso, perchè target è la massa.

Il presepe sarebbe una nicchia di mercato scoperta? Pensateci: si potrebbero vendere personaggi digitali, pastori e pecore, alberi etc. etc. per completarlo: strano che non ci abbiano ancora pensato.

Adesso ringraziatemi, perchè vi risparmio: originariamente avevo intenzione di continuare sulla strada indicata dalle ultime due frasi ed imbastire tutto un discorso su licenze Open Source e modelli di business, (mi sarei lasciato prendere la mano, sarei leggermente uscito fuori tema, ma quando mai non lo faccio? e poi, almeno su questo blog, lo svolgimento lo decido io...), che, in questo momento, mi stanno un po' assillando; ho, invece, deciso di fermarmi qui e, udite udite, di rimandare ad altro post quest'altro argomento.

Deve essere l'effetto dell'avvicinarsi del Natale: è bastato citare il presepe e sono diventato più buono

Bye
    Depa

P.S.: oltre ai programmi che gestiscono figure simil-umane, a partire da questi siti (o in questi stessi siti) si possono trovare anche programmi per realizzare paesaggi realistici ed animati (cito solo, come esempio Bryce e Terragen). Volevo ricordarvelo, ma, casomai, ne parleremo un'altra volta.
P.P.S.: per i più curiosi e giocosi, esiste anche un programma che genera volti in grafica 3D a partire da foto: si chiama FaceGen, se ne può scaricare una versione (ridotta e con scritte sopra alla testa) free.

1 commento:

giampi ha detto...

A volte mi impressiona vedere come abbiamo fatto ricerche negli stessi campi. Inizia a preoccuparti
Nel 1999 giocavo con il VRML, credo ora morto, un linguaggio per mondi 3d sul web. Giocando feci proprio un presepe (http://www.lucia.it/vrml/m_worlds.html).
Era più che altro un giochino che feci nel tempo libero per imparare, ma se riesci a trovare un plug in per vedere il vrml dacci un occhio.

Ciao,
Giampiero Granatella